Translate

lunedì 19 giugno 2017

Ossobuco di tacchino porri, sedano e ciliege



Questa squisita ricetta di Apriti Sesamo nasce da una ricetta tradizionale greca: la ricetta di maiale porri e sedano alla quale, nella mia zona di provenienza, si aggiungono le prugne secche. Io invece ho cambiato la carne di maiale con ossobuco di tacchino e al posto delle prugne secche ho messo ciliege fresche denocciolate. Il risultato è stato sublime e per quanto la salsa avgolemono che avvolge tutto è un po' rognosetta per chi è alle prime armi il risultato è grantito!



 Ingredienti:
per 4 persone
  • 8 pezzi ossobuco di tacchino
  • 4 porri
  • 1 sedano
  • 20 (ma anche di più) ciliegie (io durone di Verona)
  • 80ml olio d'oliva extravergine (se la vostra carne è magra, altrimenti meno)
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 uovo vivo se è possibile
  • succo di un limone

Esecuzione:

Togliete la pelle degli ossobucchi mettete i pezzi nel olio ben caldo per sigillarla da tutte le parti. Una volta sigillata, aggiungete un bicchiere di acqua calda, coprite la pentola, abbassate la fiamma e lasciate andare per 30 minuti circa. Ogni tanto controllate che non sia evaporata tutta l'acqua e aggiungete caso mai!

Nel frattempo private delle foglie esterne e più dure i porri e il sedano, lavate le verdure e tagliarete a tocchetti di circa 5-6cm di lunghezza.

Lavate e denocciolate le ciliege (io le ho tagliate a metà.)

Aggiungete in pentola i porri, il sedano, le ciliege , il sale e fatte saltare come se fosse pasta da saltare col sugo. E' una pietanza che non si mescola ma si salta muovendo la pentola, in modo che i pezzi di porro rimangano interi.

Aggiungete un po' di acqua calda ancora, coprite e lasciate cuocere per altri 15-20 minuti finchè le verdure risultino cotte.

 
E prepariamo la salsa avgolemono che per le prime volte ha un certo grado di difficoltà perché esca come si deve. 

Prendete un uovo preferibilmente vivo a temperatura ambiente (Per uovo vivo ricordatevi che intendo sempre un uovo che non sia più vecchio di dieci giorni. Un uovo che se fosse fecondato e messo sotto una chioccia abbia ancora la potanza di dar vita!) Separate l'albume dal tuorlo senza romperlo e montate l'albume a neve. Aggiungete il tuorlo continuando a lavorare con una frusta a mano e poi il succo di un limone a filo. Con attenzione (e forse con l'aiuto di qualcuno) prelevate il sughetto della pietanza che avete appena spento e continuando a michiare aggiungetelo ancora bollente nel uovo e nel limone. La salsa deve aver preso calore in modo che quando andate a versarla in pentola non subisca lo sbalzo termico. Rovesciatela sopra gli ossobuchi e muovete la pentola in modo che vada dappertutto uniformamente. E qui arriva il bello... Accendete per qualche minuto la fiamma e continuando a mischiare muovendo la pendola fatte alzare la temperatura in modo che la salsa si addensi senza tuttavia far coagulare l'uovo.Se coagula non preoccupatevi! Non siete gli unici a cui è successo! La pietanza è comunque commestibile e vi leccherete anche i baffi! Non scoraggiatevi!


18 commenti:

  1. Ciao Eleni, trovo bellissimo questo piatto, e sono certa che il suo sapore sia superlativo, sai che mangio poca carne, ma sei riuscita ad ingolosirmi......ma quante ne sai?????Baci e buona settimana!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice ti averti ingolosita con un piatto di carne! Un bacio Cri, grazie!

      Elimina
  2. Cara Eleni, ecco un piatto che a me non piace tanto, invece mia moglie!!!
    Ciao e buon inizio della settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tomaso, ormai lo so che sei goloso di primi e di dolci!
      Un abbraccio, buona settimana a te!

      Elimina
  3. Very delicious. Great recipe!

    RispondiElimina
  4. Decisamente un piatto particolare e molto originale. Sarei molto curiosa di assaggiarlo .. un giorno o l'altro mi troverai fuori dalla tua pota col piattino in mano :D
    Un bacio.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marina cara, per un caffè almeno ci dobbiamo organizzare, assolutamente e poi, perché no anche qualche serata tutto food!!!
      Baci!

      Elimina
  5. deliziosissimo!!! proverò anch'io con le ciliege!!!

    RispondiElimina
  6. Sono appena tornata da una splendida vacanza a Creta dove ho cercato di assaggiare quanti più piatti della vostra tradizione. Questo mi è proprio sfuggito (forse è più tipico dell'entroterra??) altrimenti mio marito ci si sarebbe fatto tondo :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che buona la cucina cretese! Anche noi spesso, durante le vacanze mangiamo spesso al ristorante cretese della mia città! Questo piatto vi è sfuggito perché effettivamente non si fa in Grecia! E' una mia ricetta che si basa su una ricetta tradizionale (maiale porri e prugne)che si prepara maggiormente durante il periodo invernale e natalizio! Comunque, se venite in Sardegna fammelo sapere e rimediamo subito! ;)

      Elimina
  7. Wow... non ho mai provato l'ossobuco di tacchina, ma poi con le ciliegia sembra veramente squisito... Questa ricetta la stampo subito e non vedo l'ora di farla vedere a mio marito.
    Che delizia... wow...
    Saluti,
    Flo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Flo! Se la provi aspetto, aspetto le vostre impressioni!
      Un abbraccio!

      Elimina
  8. Gli ossibuchi sono una bella proposta con un ottimo rapporto qualità prezzo, originale la ricetta con la frutta da provare

    RispondiElimina
  9. non ho mai alle ciliegie se non come frutta un idea che comunque m'ispira quella degli ossi buchi di tacchino in cucina

    RispondiElimina
  10. Attima l'aggiunta delle ciliegie, adoro la frutta nei salati!!!

    RispondiElimina
  11. Ti confesso che mi hai incuriosito lo trovo eccezionale brava

    RispondiElimina

Grazie per essere passati e aver lasciato un commento! Ogni critica, perplessità, domanda sono per me spunti di riflessione e crescita!